Enograstronomia

Non si può passare da Lucca o soggiornarvi senza godere della sua cucina e dei suoi vini. E' possibile infatti organizzare dei veri e propri tour enogastronomici, per andare alla scoperta di gusti e sapori della tradizione lucchese.


Piatti tipici della cucina lucchese sono le zuppe, le farinate, i tortelli, accompagnati da ottimi vini. Non a caso, infatti, la provincia di Lucca è attraversata dalla Strada del Vino e dell'Olio, che abbraccia le colline lucchesi, Montecarlo, la Versilia e la Valle del Serchio.


Tra i dolci tipici, si ricordano le torte coi becchi, dolci di pasta frolla di forma rotonda, farcite con verdure, ma anche con cioccolato od amaretti, ed il buccellato, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui la recensione della famosa gastronoma e critica del New York Times, Mimi Sheraton, che lo ha inserito nel suo libro "I 1000 cibi da mangiare prima di morire".


Originariamente il buccellato aveva la forma di una ciambella, mentre oggi ha spesso una forma dritta, che ricorda quella di un filoncino di pane. E' preparato con semi di anice e uvetta, e consumato soprattutto a colazione.
Un famoso detto locale recita: " Chi viene a Lucca e non mangia il buccellato, è come se a Lucca non ci fosse stato".


Chi ama i prodotti tipici legati al territorio, non dovrebbe perdersi "Il Desco", evento enogastronomico che si tiene ogni anno tra novembre e dicembre nel centro storico di Lucca, durante il quale i protagonisti assoluti sono i gusti e le tradizioni locali. Durante la manifestazione, oltre a piacevoli degustazioni, hanno luogo seminari, show cooking e anche laboratori per bambini.